La Mandragola

Giovedì 6 e Venerdì 7 Aprile 2017 ore 10,30

di Nicolò Machiavelli

diretto e interpretato da Jurij Ferrini
con: Matteo Alì, Michele Schiano di Cola, Angelo Tronca, Gianluca Guastella, Alessandra Frabetti, Rebecca Rossetti

regia: Jurij Ferrini

Sul palcoscenico del Teatro Vittoria la Mandragola, diretta ed interpretata da Jurij Ferrini. La Tragicomica storia di un paese di furbi, ispirata da un motivo erotico-cortese non è solo una perfetta macchina comica ma anche una meravigliosa allegoria sulla “corruzione della logica politica”, che scambia i vizi della vita pubblica con quelli della vita privata, allargando il suo orizzonte critico anche al clero. In quasi cinque secoli di storia, non solo non ha perso mordente sull’attualità, ma al contrario è stata in qualche modo una lucidissima premonizione sui nostri tempi, rivelando la nostra stessa identità di popolo e le radici profonde di un mal costume - ahimé - tutto italiano. 

La storia si svolge a Firenze nel 1504. Callimaco è innamorato di Lucrezia, moglie dello sciocco dottore in legge messer Nicia. Con l'aiuto del servo Siro e dell'astuto amico Ligurio, Callimaco, in veste di famoso medico, riesce a convincere messer Nicia che l’unico modo per avere figli sia di somministrare a sua moglie una pozione di mandragola, ma il primo che avrà rapporti con lei morirà. Alla fine tutto andrà per il meglio in questo sordito piano? Di sicuro vivranno felici e…ingannati 

Non appena si solleva il velo sottile che Machiavelli pone sulla sua commedia si scorge con una certa chiarezza la perfetta metafora della profonda ignoranza di un intero popolo che non vuole vedere la meschina astuzia dei pochi facoltosi oligarchi che lo governano. Il prologo comincia come un talk show ma subito si entra nella storia, condotta con un registro comico efficacissimo tra gag e piccoli lazzi ben orchestrati. È una Mandragola in giacca e cravatta, il testo originale è recitato con brio e fresca disinvoltura strizzando l'occhio alla contemporaneità, con un ottimo uso dei ritmi e delle pause e una scelta musicale accattivante. Stesso sorprendente mix tra tradizione e modernità anche nelle scenografie.

luci: Lamberto Perrone
costumi: Nuvia Valestri
pittura scenica di Cris Spadavecchia
scenografia: Jurij Ferrini
la canzone GIOCATTOLI è di Soulcè&Teddy Nuvolari
aiuto regia: Ilaria Carmeli
tecnico audio: Gian Andrea Francescutti – Diapason (PN)
Realizzazione elementi di scena: Laboratorio Ferrini&Neri

INFO E CONTATTI

Prezzo matinée
Posto unico €8.00

INFORMAZIONI UTILI

  •  Dal mese di settembre sarà possibile opzionare biglietti per tutta la stagione teatrale 2017-2018
  •  La prenotazione deve avvenire telefonicamente, tramite mail, contattando direttamente la referente scuole. Le opzioni saranno rese effettive solo dopo la conferma definitiva del numero di posti e verranno accettate fino ad esaurimento delle disponibilità.
  •  La data di conferma definitiva dei posti, in genere fissata quattro settimane prima del giorno dello spettacolo, dovrà essere concordata con la referente scuola.
  •  La data del ritiro va concordata in anticipo. Decorsi i termini stabiliti, la prenotazione sarà automaticamente annullata, secondo la procedura informatica.
  •  Il docente accompagnatore del gruppo scolastico avrà diritto ad un omaggio ogni 20 biglietti acquistati
  •  Il personale di biglietteria non può apportare modifiche alla prenotazione, pertanto, qualsiasi variazione dovrà essere comunicata alla referente scuole prima del ritiro.
  •  Si ricorda che i posti vengono assegnati a discrezione del teatro in base al tipo di classi (elementari davanti perché più piccoli, medie e superiori più indietro) e al numero dei partecipanti. Il teatro Vittoria non dispone di ausili per l’ingresso delle persone con disabilità motoria, che verranno quindi assistite dal personale di sala. Se l’alunno disabile non può prendere posto sulla poltrona, la carrozzina verrà posizionata al fondo della sala in ottemperanza alle normative di sicurezza. Le carrozzine elettriche, per via del loro peso, non potranno essere trasportate in sala.
    In ogni caso, per gli alunni con disabilità certificati a norma di legge (104 art. 3 comma 3) è prevista la gratuità del biglietto e un biglietto ridotto al costo di 3 € per l’accompagnatore.