La divina Sarah

Giovedì 12 aprile 2018 ore 10.30

La divina Sarah

da “Memoir“ di John Murrell adattamento di Eric-Emmanuel Schmitt
con Anna Bonaiuto e Gianluigi Fogacciregia Marco Carniti scenografia Francesco Scandale
costumi Maria Filippimusiche Paolo Daniele
luci Marco Carniti

Genere: Commedia 
Età consigliata: a partire dai 13 anni
Spunti didattici: Studio biografico sul personaggio storico Sarah Bernhardt. Storia del teatro e del cinema al femminile

La divina Sarah

La Divina Sarah è un atto d’amore per una diva immortale del teatro. Sarah Bernhardt. Una donna che con la sua arte e le sue stravaganze ha costruito il primo esempio di divismo della storia dello spettacolo al femminile. Una rivoluzionaria anticonformista che per prima si impose sulla scena mondiale in abiti maschili. Un mito vivente che riscrive il suo tumultuoso percorso di vita sulla pelle dello segretario-schiavo, con il quale si instaura un divertente e surreale  rapporto  sadomasochistico. Una partita a due dove è protagonista il gioco degli attori, grazie al tono ironico rapido e cinico delle battute e al continuo entrare e uscire dalla finzione teatrale. Un testo poetico e crepuscolare e un inno alla vita. L’Arte, motore della vita. Sarah Bernhardt al tramonto di una carriera planetaria entra in un pessimismo cosmico, faustiano. Un amaro bilancio del suo privato fa sanguinare ferite mai rimarginate. Una ambigua seduta psicanalitica nella quale Sarah Bernhardt, regista di se  stessa  vuole far riapparire , attraverso un improvvisato  laboratorio  teatrale, i protagonisti della sua vita, per rivelarci l’origine della sua disperazione come essere umano. Un’ auto-analisi spietata dei suoi rapporti personali e l’urgenza di dire quello che non era mai riuscita a dire. Il baratro del passato e la fragilità dell’essere di fronte alle scoperte del nuovo secolo.La ricostruzione dei “memorie” sono la possibilità per rilasciare un’autodifesa come ultima testimonianza, rivendicando un diritto concesso a tutti quindi anche all’artista: il diritto all’odio.

Un testo sarcastico dove il comico e il drammatico di alternano per la costruzione di una grande personalità d’artista. E ne svela l’umano che si nasconde dietro la maschera, la ferita che sta dietro ad ogni arte e di cui ogni arte si nutre. Una Sarah Bernhardt messa a nudo. Iconica, grottesca, esasperata e disperata di fronte a quello che per lei non dovrebbe mai arrivare: la parola fine.

ORARIO BOTTEGHINO E PREZZI | UFFICIO PROMOZIONE | CONVENZIONI | PARCHEGGIO | COME ARRIVARE

INFO E CONTATTI

Prezzo matinée
Posto unico €8.00

INFORMAZIONI UTILI

  •  Dal mese di settembre sarà possibile opzionare biglietti per tutta la stagione teatrale 2017-2018
  •  La prenotazione deve avvenire telefonicamente, tramite mail, contattando direttamente la referente scuole. Le opzioni saranno rese effettive solo dopo la conferma definitiva del numero di posti e verranno accettate fino ad esaurimento delle disponibilità.
  •  La data di conferma definitiva dei posti, in genere fissata quattro settimane prima del giorno dello spettacolo, dovrà essere concordata con la referente scuola.
  •  La data del ritiro va concordata in anticipo. Decorsi i termini stabiliti, la prenotazione sarà automaticamente annullata, secondo la procedura informatica.
  •  Il docente accompagnatore del gruppo scolastico avrà diritto ad un omaggio ogni 20 biglietti acquistati
  •  Il personale di biglietteria non può apportare modifiche alla prenotazione, pertanto, qualsiasi variazione dovrà essere comunicata alla referente scuole prima del ritiro.
  •  Si ricorda che i posti vengono assegnati a discrezione del teatro in base al tipo di classi (elementari davanti perché più piccoli, medie e superiori più indietro) e al numero dei partecipanti. Il teatro Vittoria non dispone di ausili per l’ingresso delle persone con disabilità motoria, che verranno quindi assistite dal personale di sala. Se l’alunno disabile non può prendere posto sulla poltrona, la carrozzina verrà posizionata al fondo della sala in ottemperanza alle normative di sicurezza. Le carrozzine elettriche, per via del loro peso, non potranno essere trasportate in sala.
    In ogni caso, per gli alunni con disabilità certificati a norma di legge (104 art. 3 comma 3) è prevista la gratuità del biglietto e un biglietto ridotto al costo di 3 € per l’accompagnatore.